Ittle Dew 2 – Recensione – Switch eShop


– Introduzione –

Iniziamo come al solito con la scheda del gioco, elencandone tutte le informazioni. Ittle Dew 2 è un titolo adventure/RPG realizzato da Ludosity e pubblicato da Nicalis sull’eShop di Nintendo Switch. Ittle Dew 2 verrà pubblicato il prossimo 14 novembre 2017 sul Nintendo eShop europeo di Switch, al prezzo di €29.99.


– Storia e personaggi –

An Unforgettable Adventure, Bursting With Puzzles and Oozing With Charm!

Sassy adventurer Ittle and her reluctant flying fox friend Tippsie are back for their greatest adventure ever! Stranded on yet another island and armed with a magical map, our heroes explore the three-dimensional landscape in search of valuable loot. Can they find the eight scattered pieces of the raft that could be their ticket home?

The island’s mysterious residents range from cordial to downright hostile, so Ittle will need to use both force and her wits in equal measure. She’ll have to solve a wide variety of puzzles in order to gain access to all of the island’s darkest corners and recover the booty stashed therein.

Features

  • Sprawling island environment loaded with enemies, destructible objects and mysterious dungeons
  • Players can tackle dungeons in any order, unlocking shortcuts within
  • Devious puzzles that tax your mental and physical reflexes to the fullest
  • Four different upgradeable weapons, each with a secondary function as a puzzle-solving tool
  • Finding “Secret Shards” unlocks additional dungeons
  • Includes the “Dream World,” an entirely new adventure with five new puzzle-filled dungeons, an all-new boss and 40 collectible cards
  • Charming art style and catchy soundtrack make Ittle’s adventure an unforgettable one

 


Checkpoint e portale

Ittle Dew 2 apre il sipario di nuovo con i due curiosi protagonisti, la ragazza di nome Ittle, ora con il codino e i capelli più lunghi, e il suo compagno Tippsie, una specie di volpe volante. I due si ritroveranno di nuovo su un’isola perduta, più grande della precedente, e piena di NPC, oltre a nemici agguerriti da affrontare. Ittle e Tippsie dovranno raccogliere otto dei pezzi della zattera, necessari per riuscire a tornare alla loro casa, via mare. Ognuno di essi, sarà però nascosto all’interno dei dungeon principali, nascosti nell’overworld di gioco. Dovrete dunque farvi strada nei vari sentieri irti di nemici, cercando di scovare questi misteriosi labirinti, indicati dalla freccia apparsa nella mappa magica in mano ad Ittle. La freccia rossa gigante, indicherà una delle zone presenti all’interno del gioco, svelando in maniera abbastanza chiara il punto in cui si troverà il prossimo dungeon da esplorare. La ragazza avrà a disposizione con se, solamente la propria spada, ma via via che andrà avanti l’avventura, si potranno ottenere nuove armi, fondamentali per l’avanzata all’interno del gioco, specialmente nei vari dungeon.

Una zona molto “calda”

La parte principale della mappa di gioco, sarà costellata di percorsi, oltre che di entrare per grotte, edifici e appunto labirinti. Saranno presenti i soliti personaggi NPC (compresi i consigli di Tipsie) alcuni più utili di altri, ma anche personaggi che serviranno solamente a consigliarvi in merito alle nozioni principali del gioco, insieme ai cartelli sparsi in giro per il mondo. Nonostante le tante indicazioni non lasciatevi ingannare, Ittle Dew 2 non sarà per nulla un gioco “guidato”, specialmente nel completamento dei vari puzzle ed enigmi presenti nel gioco. Alcuni di essi richiederanno una pazienza e una logica davvero particolare, roba che non si vedeva a momenti dai tempi d’oro dei vecchi Layton (specialmente nelle fasi finali del titolo). Come avrete capito dunque il gioco si baserà sui canoni classici di un titolo action/puzzle alla “Zelda”, con momenti in cui sarà necessario darsi da fare, e fare a fettine orde di nemici, a momenti in cui la logica e il ragionamento saranno fondamentali per avanzare all’interno di un determinato punto del gioco. Proprio questo punto evidenzia una piccola mancanza (forse anche enorme), ovvero la “non presenza” di enigmi nell’overworld di gioco. Infatti tutti i puzzle e rompicapi saranno presenti all’interno dei vari dungeon e “grotte”, sparse ed accessibili (spesso anche nascoste) nelle varie località dell’isola. Nella parte “esterna”, dovrete dunque solo esplorare e combattere i vari nemici che appariranno, davvero un peccato non aver visto qualche piccolo enigma ambientale.


Secondo livello per la Staffa magica

L’aspetto e il gameplay di Ittle Dew 2 è rimasto quasi invariato dal precedente capitolo. Lo stile chiaramente ispirato alla leggendaria serie di The Legend of Zelda di Nintendo è sempre nell’aria, ma senza andare a “scimmiottare” (così come accadeva nel primo gioco) la saga della Grande N. Sia chiaro l’ironia, i personaggi e la trama, rimangono pur sempre folli e pazzeschi, quasi inverosimili, ma ciò non andrà minimamente a sminuire la qualità complessiva del titolo. Ciò che è veramente cambiato rispetto al primo capitolo, è sicuramente la mappa principale del titolo. Così come accadde in Breath of the Wild (ovviamente è un puro e semplice esempio), anche in questo capitolo si avrà un overworld decisamente più ampio del primo Ittle Dew. Ogni zona, divisa in sezioni delimitate, avrà delle caratteristiche uniche rispetto alle altre. Alcune di esse saranno erbose, mentre altre saranno ghiacciate se non addirittura piene di lava e nemici pronti a sciogliervi nella stessa. Tutte le varie parti del mondo di gioco, presenteranno un dungeon nascosto, scovabile ed accessibile attraverso un edificio (sempre differente) cooerente con l’aspetto della zona in questione, ad esempio una zona lavica, avrà un dungeon pieno di fiamme e lava. La difficoltà di questi dungeon e il loro boss finali, sarà crescente.

Uno dei Boss più ostinati del gioco

Sebbene all’inizio siano molto semplici, sia come forza dei nemici, che come enigmi da completare, i labirinti prenderanno una piega davvero ostica, arrivando a toccare picchi di difficoltà davvero elevati, specialmente negli ultimi due dungeon, decisamente i più tosti da completare. Anche le Boss fight non saranno da meno, sebbene spesso vi capiterà di confrontarvi con lo stesso Boss, ma con upgdrade di armi e forza, si avrà un combattimento sempre più impegnativo, e che vedrà un utilizzo del rotolamento (come schivata), quasi l’unico modo per evitare grossi danni da colpi violenti, cercando poi di contrattaccare il nemico, fino alla sua sconfitta. Naturalmente anche Ittle potrà essere potenziata, infatti in giro per il mondo, si potranno scovare diversi forzieri nascosti, ognuno con oggetti utili per aumentare la vitalità, e dunque i cuori della protagonista, ma anche il livello di potenza delle armi.

La spada del fuoco!

Parlando degli extra, Ittle Dew 2 offrirà anche dei costumi segreti, scovabili sempre nel mondo di gioco, poi indossabili dalla protagonista. Altri extra importanti per l’avventura, saranno sicuramente le chiavi “di riserva”, ovvero delle chiavi addizionali, scovabili sempre all’interno delle caverne presenti nell’overworld di gioco. Queste chiavi, permetteranno di aprire tutte le porte di qualsiasi dungeon, dando così al giocatore un vantaggio, in quanto non sarà sempre necessario completare ogni singola stanza del dungeon contenente una chiave. Queste però saranno di un numero davvero limitato (nemmeno una decina), quindi il consiglio sarebbe quello di utilizzarle solamente se non avete alternativa, oppure usarle nelle fasi finali degli ultimi due dungeon del gioco, spesso davvero snervanti. Terminata l’avventura però, non sarà tutto concluso, infatti sarà presente un mondo alternativo chiamato “Dream World”, una sorta di avventura “extra”, presentante cinque diversi dungeon pieni di rompicapi, un nuovo boss e 40 carte da collezione. 


Principessina

Parlando graficamente, c’è stato un piccolo passo in avanti rispetto a Ittle Dew. Le animazioni della protagonista, così come l’aspetto grafico generale del titolo, ambientazioni, nemici e dungeon, sembrano essere decisamente più curate, nonostante non sembra sia stato usato un motore grafico differente, rispetto al primo capitolo. La colonna sonora presenterà dei brani (spesso rockeggianti) davvero gradevoli, che spesso vi entreranno in testa, non uscendone poi molto facilmente. La longevità di Ittle Dew 2 non sarà così elevata, potreste infatti trovarvi a finire il gioco, in neanche 5 o 6 ore. Ciò nonostante saranno presenti contenuti extra, come i costumi, ma anche i dungeon opzionali. Tra l’altro per quanto viene inalzata la difficoltà del titolo verso la parte finale della trama, penso che non sia stato possibile prolungarlo ancora inutilmente, rendendo frustrante ancora di più l’esperienza al giocatore, specialmente se non così esperto. Dal punto di vista dell’adattamento verso Nintendo Switch, Ittle Dew 2 potrà essere giocato con tutte le tipologie di controller della console di Nintendo, dai Joy-con staccati e attaccati dallo schermo portatile o dal grip, al Nintendo Switch Pro Controller, davvero ideale, specialmente in certi punti dell’avventura. Ho trovato particolarmente comodo giocare a Ittle Dew 2 nella fase portatile di Nintendo Switch, con il Pro Controller, secondo me l’opzione ideale per godersi al meglio il titolo di Ludosity.


– Valutazione Finale –

PRO:

  • Un gameplay ottimo e consolidato, tra vasta esplorazione, dungeon e azione
  • Un mondo decisamente più vasto e più “open world” del precedente capitolo…
  • Difficoltà crescente, pronta a mettere alla prova i giocatori più esperti…
  • Davvero godibile, specialmente se giocato in fase portatile
  • Una longevità non elevatissima, ma che poi risulta adeguata al contesto di gioco

CONTRO:

  • … ma alle volte si ha la sensazione di dispersione, nonostante alcune indicazioni date da cartelli e NPC, specialmente per gli oggetti secondari
  • … ma la difficoltà raggiunta nelle fasi finali, può scoraggiare i giocatori meno esperti.
  • Il titolo è solo in lingua inglese, mentre il precedente capitolo era interamente tradotto in italiano

Grafica: 8

Sonoro: 8,5

Giocabilità / Gameplay: 8

Longevità: 7,5

Fattore Nintendo (Switch): 8


Voto Finale:

8/10

Precedente Ubisoft sul successo di Mario + Rabbids: Kingdom Battle, Nintendo Switch e il futuro supporto alla console Successivo Mario Party: The Top 100, l'uscita europea anticipata al prossimo 22 dicembre
  • Lucacat

    Eppure mi aspettavo molto di più come valutazione. A me sembra un gran titolo originale e intelligente.